Paul Marleyn

Paul Marleyn è un violoncellista regolarmente in attività in Nord America, Europa ed Asia. Il suo vasto ed eclettico repertorio si estende dal Barocco alla musica contemporanea.
Si è esibito per i Festivals di Busan (Korea), Leicester (UK), Cape and Islands (USA), Casalmaggiore (Italy), Lviv Contrasts (Ukraine), International Musicians Seminar (UK), Chamber Music East (USA), Shen Yang and Beijing (China), Festival of the Sound, Domaine Forget and Ottawa Chamberfest (Canada), ed ha collaborato con vari artisti fra i quali Boris Berman, Miriam Fried, James Somerville, Paul Neubauer, James Campbell, Marc-André Hamelin, Steven Dann, Stéphane Lemelin, Scott St. John, Joshua Bell, and with the St. Lawrence, Penderecki ed il Lafayette string quartets.

Dall’anno 200 Paul è il Presidente e Direttore artistico del Canadàs Agassiz Summer Chamber Music Festival in Winnipeg. Nel 2011 ha inaugurato l’International Cello Festival of Canada che si tiene a Winnipeg e del quale è altrettanto Direttore Artistico.
I suoi concerti e le sue registrazioni sono spesso trasmesse da CBC radio, BBC radio, nonché da stazioni radiofoniche NPR negli USA.

Paul è molto attivo anche come insegnante, ha offerto masterclass al Royal Northern College of Music (UK), alla Royal Scottish Academy e alla Royal Academy of Music (UK), alla University of Belgrade in Europe, alle Università Lawrence, Laurier, McGill, Alberta e Western e per la Gould School in Nord America, in Busan (Korea), Xian, Beijing Central, Hangzhou, Jinan e Shen Yang (Cina) ed in vari altri conservatori in Asia. Offre regolarmente masterclasses al Domaine Forget International Festival in Quebec e dal 2004 è Professore alla Univeristy of Ottawa dove vanta una classa di giovani violoncellisti detentori di importanti premi e riconoscimenti.

Laureato al Royal Overseas League International Competition in London, ha vinto anche diversi premi nazionali ed internazionali fra i quali la Fulbright Scholarship.
Spesso supportato dal Canada Council, dal Manitoba Arts Council e dalla Royal Society of Arts, Paul suona un violoncello Pietro Landolfi del 1770 conosciuto come “Il Cappuccino”.